Possiamo utilizzare i social media per scopi produttivi? L'opzione è tua

Happydemy logo

Happydemy

3 months ago
comment icon 1 Comments
Possiamo utilizzare i social media per scopi produttivi? L'opzione è tua

Ai giorni d’oggi i social media ricoprono un ruolo di elevata importanza nella nostra società, basta pensare che trascorriamo all’incirca più di due ore al giorno davanti a smartphone, tablet e computer. Con un normalissimo dispositivo e un semplice clic siamo in grado di generare diversi contenuti multimediali e pubblicarli in modo veloce e istantaneo. Condividiamo pensieri di qualsiasi tipo con il resto del mondo, diventando noi stessi i veri protagonista della rete. Non siamo più solo spettatori passivi, ma abbiamo la possibilità di essere coinvolti e interagire con la nostra community.

 

Tra i mezzi di comunicazione più adatti, per trasmettere le nostre passioni, troviamo il “blog”, che deriva dalla parola “web-log”, che letteralmente significa “diario in rete”. Possiamo quindi definirlo come un sito o una pagina personale, insomma una sorta di diario di bordo virtuale, dove condividere diversi argomenti e interagire con gli altri utenti.

 

Ma se da un lato, facciamo progressi modernizzandoci, dall’altro, rischiamo di perdere la relazione fisica, tradendo lo scontato contatto umano, con quello di una banale tastiera di plastica. Spesso ci affidiamo ai racconti e alle esperienze altrui, cercando consigli e confronti online, piuttosto che chiamare qualche conoscente. Cerchiamo informazioni per un viaggio, idee regalo o ricette sfiziose, saltando da un blog all’altro, finendo per preferire il digitale al naturale. Nonostante siamo consapevoli del forte impatto psicologico che i social media hanno su di noi e della loro pericolosa influenza, finiamo sempre col cadere nella trappola. Permettendogli di giocare sporco con i nostri dati e lasciandogli la possibilità di sfruttarci a loro piacimento. qual è l'importanza dei social media ed è ora di cambiare?

 

Per alcuni usare i social è puro divertimento e di conseguenza lo usano come passatempo. Per altri è un modo per tenersi informati o istruirsi, dato che con una semplice parola chiave si possono fare una miriade di ricerche. Per una gran parte della popolazione, invece, e soprattutto per i teenagers, è una vera e propria droga della quale non riescono a fare a meno. Altri ancora aspettano di connettersi per trasformarsi nei cosiddetti “leoni da tastiera”, che con malizia maltrattano gli utenti più fragili e infatti, c’è proprio una citazione che sottolinea che i social media hanno dato diritto di parola a certi esemplari che prima parlavano a vanvera, solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività, mentre ora hanno quasi diritto a un Premio Nobel. E poi, per finire, c’è una parte che vive grazie ai social, guadagnando attraverso l’incremento delle audience.

 

Dai un'occhiata alla nostra pagina sui social media e prova tu stesso che i social media sono cattivi o possono accadere anche in modo positivo!




Nell’era moderna i cosiddetti “blogger” e “influencer” sono, infatti, considerati delle vere e proprie figure professionali, a cui molte persone aspirano, per poter ottenere una reale ed elevata entrata economica mediante le intersezioni pubblicitarie. 

 

Chi desidera raggiungere un profitto in questo campo, deve avere delle caratteristiche da non sottovalutare, come autocontrollo, adattabilità, credibilità, visione, trasparenza, etica, empatia e valori. Deve avere abilità comunicative e interpersonali, sicurezza di sé, consapevolezza delle proprie emozioni e tanta iniziativa.

 

La strategia mirata ad avere successo in questo campo è sempre in pieno studio e sviluppo. Innanzitutto, è necessario capire gli interessi e le esigenze degli utenti. Poi è altrettanto importante interagire con loro, in modo da farli sentire sempre coccolati e mai esclusi. Inoltre, è altrettanto fondamentale conoscere il modo di lavorare della concorrenza, in modo da modificare a proprio vantaggio le varie strategie di marketing. E per non fallire bisogna pianificare e tracciare bene e per tempo i risultati, saper cogliere le occasioni, capire quali potrebbero essere le opportunità e studiare in modo approfondito il mercato online.

Insomma, più passa il tempo, più i social media assumono una vera e propria identità, facendosi riconosce non solo per le caratteristiche ben definite, ma anche per la loro dinamicità, per lo stile particolare, per la cura dei dettagli e per la costante interazione. Hanno preso il comando della nostra società e delle nostre vite, rendendoci succubi e schiavi. Per questo abbiamo bisogno di una nuova piattaforma che ribalti questa triste realtà. Un nuovo mondo senza falsità, dipendenze, furbacchioni o negatività. Necessitiamo di qualcosa in grado di riscrivere la storia tecnologica e di cambiare tutta quest’illusione che ci circonda. Per questo è stata creata Happydemy!

Esistono diversi modi in cui possiamo utilizzare i social media in modo produttivo e investire il nostro tempo in modo positivo anziché perdere tempo. Ma l'opzione è tua, spreca il tuo tempo o rendilo produttivo nei canali appropriati.

Happydemy
3 months ago
comment icon 1 Comments
Comments (1)
Stefano Decandia
3 months ago

All'interno ci sono utenti normali che in base alla qualità del loro contenuto, sono premiati da tutta la community. :-)

comment icon 0
We use cookies on our website to provide you with a more personalized digital experience. To learn more about how we use cookies and how you can change your cookie settings, please refer to our Privacy Statement and Cookie Classification
Cookie Settings